Ancona, morto a 7 anni perchè curato con l'omeopatia: condannati i genitori

ospedale di Ancona

Tre mesi di carcere con pena sospesa per concorso in omicidio colposo aggravato. È questa la condanna inflitta oggi dal gup di Ancona Paola Moscaroli ad una coppia di genitori marchigiani che due anni fa provarono a curare l'otite del figlio di 7 anni con l'omeopatia, provocandone la morte.

Il bimbo, originario di Cagli, era morto all'ospedale di Ancona nel maggio 2017, quando quella che era una semplice otite curabile con degli antibiotici si era trasformata in una encefalite risultata fatale per il piccolo. A suggerire ai genitori di affidarsi all'omeopatia era stato il medico Massimiliano Mecozzi, che sarà processato con rito ordinario a partire dal 24 settembre prossimo.

I genitori del bimbo hanno fatto sapere tramite il loro avvocato difensore di essersi rivolti a Mecozzi, noto omeopata marchigiano, perchè non volevano costantemente bombardare il figlio con delle cure antibiotiche. Il bimbo, infatti, era stato male più volte nell'ultimo periodo e dopo una breve ricerca erano approdati nello studio di Mecozzi, che aveva suggerito loro la medicina alternativa.

I due sostengono di aver portato in visita il bimbo da Mecozzi due diverse volte e attribuiscono al medico l'incapacità di accertare il peggioramento delle condizioni del bimbo. E mentre il processo al medico si aprirà subito dopo l'estate, i due coniugi hanno già fatto sapere di voler ricorrere in appello contro la sentenza emessa nei loro confronti, non appena saranno depositate le motivazioni tra i consulenti 90 giorni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO