Ivrea: per l'autopsia il tabaccaio ha sparato al ladro dall'alto

tabaccaio ivrea autopsia ladro

Non ci sarebbe stata alcuna colluttazione tra il tabaccaio di Ivrea e i ladri che hanno tentato di violare il suo negozio. Ion Stavila, 24enne di origini moldave, ha perso la vita tra giovedì e venerdì nel tentativo di furto ad una tabaccheria a Pavone Canavese. Ad ucciderlo, il proprietario dell’esercizio, Franco Iachi Bonvin, che ha aperto il fuoco probabilmente dal balcone di casa.

Secondo quanto emerso dall’autopsia, dunque, la versione della colluttazione non sarebbe credibile. La ferita sul petto del ragazzo moldavo non rappresenta un foro d’ingresso, bensì quello d’uscita del proiettile. Non ci sarebbe stata, dunque, alcuna contesa tra Bonvin e i ladri, perché Stavila è stato raggiunto da un colpo d’arma da fuoco mentre si trovava sul marciapiede, dove la polizia lo ha trovato senza vita.

Nel primo interrogatorio in procura, Franco Iachi Bonvin si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma nei prossimi giorni sarà nuovamente ascoltato dal procuratore Giuseppe Ferrando. Alla luce delle nuove risultanze potrebbe non essergli concessa la legittima difesa come previsto dalla nuova legge. Stasera, intanto, i commercianti del luogo hanno organizzato una fiaccolata di solidarietà nei confronti del tabaccaio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO