Si finge ragazzina in chat e abusa di tre minori, arrestato 48enne

abusi su ragazzina si finge bambina

Si è finto una ragazzina per adescare giovanissime vittime in chat: è stato arrestato l’uomo di 48 anni che, secondo le indagini, tramite un falso profilo su WhatsApp è riuscito a contattare e quindi ad abusare per tre anni di tre minorenni, tra gli 11 e i 13 anni.

Gli accertamenti sull’uomo, residente nel lodigiano, erano stati avviati dopo che una delle adolescenti abusate aveva trovato la forza di raccontare la terribile esperienza a una delle sue maestre.

L’uomo, un disoccupato che viveva a casa dei genitori, non ha precedenti penali ed è affetto a quanto si apprende da problemi psicologici, ma questo non gli ha impedito di attirare con arguzia le giovani prede in casa per poi sottoporle ad abusi che avrebbe anche filmato.

Dopo aver ottenuto il numero di telefono di una delle tre vittime, il 48enne era entrato nei contatti della ragazzina con il falso profilo di "Giulia", da qui era risalito ai numeri di telefono delle altre due ragazzine che hanno poi denunciato gli abusi.

"Giulia" nei suoi messaggi era aggressiva e minacciosa: alle tre vittime ordinava di recarsi a casa dell’uomo, altrimenti una "maga" avrebbe fatto "morire" i loro genitori. Davanti alle ragazzine il presunto pedofilo si fingeva anche lui vittima delle richieste e delle minacce di "Giulia" obbligando le ragazzine a compiere atti sessuali con lui. Ora si trova rinchiuso in carcere a Milano a disposizione dell’autorità giudiziaria.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO