Blitz antimafia ad Agrigento: in carcere anche un consigliere comunale

agrigento blitz antimafia

I carabinieri di Agrigento hanno fermato sette persone nell’ambito di un’inchiesta per associazione mafiosa. In manette sono finiti boss e sodali delle famiglie di Licata e Campobello di Licata. Secondo quanto riferisce l’Ansa, è stato fermato anche un consigliere comunale di Licata, nei cui confronti c’è un’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa.

Le indagini dei militari hanno consentito di decapitare i vertici dei due clan, ma al contempo di scoprire un’estorsione ad un’impresa operante in Germania nell’ambito delle costruzioni. Inoltre, è emerso l’interesse dell’associazione mafiosa nel settore dei giochi e delle slot machine. Coinvolta negli affari, infatti, c’era anche una società di distribuzione di macchinette da gioco.

L’operazione denominata Assedio è stata coordinata dalla Dda di Palermo ed ha coinvolto circa 100 carabinieri, le unità cinofile ed un elicottero.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO