Alessandria, maltrattavano pazienti disabili: 13 misure cautelari

Maltrattavano pazienti disabili, anche gravi, ripetutamente e senza farsi nessuno scrupolo. Con questa accusa i carabinieri di Novi Ligure (Alessandria) hanno eseguito oggi 13 provvedimenti cautelari con un blitz in una struttura terapeutica residenziale a Pratolungo di Gavi. Venticinque in tutto gli indagati.

L’operazione, denominata "Freedom", è scattata questa mattina ed è stata seguita da una conferenza stampa presso il Comando provinciale dell’Arma. Il reato contestato agli indagati, nell’ambito dell’attività lavorativa, sarebbe di "maltrattamenti contro familiari o conviventi" in concorso. A coordinare le delicate indagini è stata la procura della Repubblica di Alessandria.

Sette dei tredici dipendenti della struttura sottoposti a provvedimento cautelare, i più violenti, sono agli arresti domiciliari. Per gli altri sono stati disposti divieti di esercizio della professione per un anno; divieto di dimora invece nei confronti del dirigente amministrativo.

Nei filmati ripresi dalle telecamere nascoste piazzate dai carabinieri, dopo la segnalazione dei familiari di un paziente, si vedono immagini di una violenza inaudita: prevaricazioni verbali, fisiche e vere e proprie percosse. In alcuni casi, sempre secondo le indagini, addirittura gli ospiti venivano legati o lasciati in una stanza al buio per punizione.

Qualcuno di essi, ormai disperato, avrebbe anche tentato di fuggire dalla struttura degli orrori, una comunità terapeutica convenzionata, che ospitava pazienti affetti da autismo e altre gravi disabilità sulla quale anche la locale Asl da qualche tempo aveva acceso i fari per presunte carenze igienico-sanitarie, come spiega Radio Gold. I carabinieri hanno fatto sapere di aver potuto diffondere solo una parte dei filmati, quelli meno violenti.

video maltrattavano disabili gravi alessandria

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO