Omicidio Vanessa Russo: Doina Matei libera con 4 anni di anticipo

doina matei vanessa russo

Doina Matei torna libera con quattro anni di anticipo rispetto alla condanna che le era stata inflitta. Del suo caso si parlò a lungo: il 26 aprile 2007, all’età di 21 anni, uccise Vanessa Russo colpendola con la punta di un ombrello nell’occhio su una banchina della metropolitana di Roma. Condannata in via definitiva nel 2010 a 16 anni di carcere, di cui tre già scontati, la Matei è da oggi una donna libera, poiché ha scontato con 48 mesi di anticipo il debito con la giustizia grazie alla buona condotta.

La donna rumena, oggi 33 anni, ha trascorso gli ultimi nove nel carcere di Venezia della Giudecca. Il magistrato di sorveglianza del Tribunale lagunare ha firmato il suo “fine pena” con quattro anni di anticipo per via della buona condotta, che le ha consentito di guadagnare 45 giorni ogni sei mesi dal momento dell’ingresso in cella. Dalla fine del 2015, inoltre, aveva ottenuto la semilibertà, ma da oggi non dovrà più rispettare nemmeno le prescrizioni di quella misura, ovvero non dovrà più rientrare in carcere a dormire.

Come sottolinea il legale della donna, l’avvocato Testa Piccolomini, il reinserimento nella società è cominciato già nel 2016: "La fase riabilitativa l'ha sfruttata con dedizione. Ora Doina vuole solo essere dimenticata".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO