Civitavecchia: 30enne uccide la madre a coltellate

arrestato pedofilo a rapallo polizia

Un 30enne di Civitavecchia è stato arrestato ieri sera dopo aver ucciso la madre a coltellate. È stato lo stesso uomo ad allertare le forze dell'ordine, telefonando al 113 alle 19:35 di ieri sera riferendo all'operatore di "aver ucciso una persona", senza aggiungere altro prima di chiudere la conversazione. La sala operativa è riuscita ad individuare l'indirizzo ed ha subito inviato sul posto una volante.

Quando gli agenti sono arrivati hanno trovato l'uomo seduto su un gradino nel giardino di casa. Quando gli sono state chieste spiegazioni per la sua telefonata si è solo limitato a dire di entrare in casa per "vedere cosa c'era". Nella taverna della villetta è stato ritrovato, in un lago di sangue, il corpo senza vita della madre - una donna di 55 anni - più volte colpita con un grosso coltello da cucina.

Secondo una prima ricostruzione il trentenne, da tempo in cura per problemi psichiatrici, avrebbe ucciso la madre al culmine di un litigio scoppiato per futili motivi. L'uomo ora si trova nel carcere Passerini di Civitavecchia a disposizione dell'autorità giudiziaria.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO