Torino, la madre gli toglie il computer: 19enne si getta dal 5° piano

Verserebbe in gravissime condizioni il ragazzo di 19 anni che ieri pomeriggio si è gettato dal quinto piano della sua abitazione dopo che la madre aveva cercato di togliergli il computer. Il giovane si trova adesso ricoverato al Cto di Torino con politraumi multipli. La prognosi è riservata.

Sembra che il ragazzo passasse tutta la giornata in casa davanti allo schermo del computer perché affetto dalla cosiddetta sindrome di Hikikomori, propria di chi rifiuta relazioni e vita sociale, isolandosi completamente dal mondo esterno.

Dietro il gesto estremo del 19enne ci sarebbe stato, secondo l’edizione locale del Corriere della Sera, il tentativo della madre di togliergli la tastiera del computer. Il ragazzo avrebbe reagito lanciandosi dal balcone di casa. "Andate via, lasciatemi stare, non voglio parlare" avrebbe detto la mamma del ragazzo ai giornalisti nella sala d'attesa dell’ospedale.

Il termine Hikikomori in Giappone indica sia il fenomeno, che porta a livelli estremi di isolamento e confinamento tra le mura domestiche, sia il gruppo sociale. Diffuso nel paese del Sol levante dagli anni Ottanta (per circa 500.000 casi registrati ad oggi) il fenomeno ha preso piede nei Duemila anche in Europa e negli Stati Uniti.

In Giappone vengono definiti come affetti da Hikikomori quanti si auto escludono dalla vita sociale e si isolano in casa, senza praticamente mai uscire, per un periodo superiore ai sei mesi; esiste più in dettaglio tutta una serie di criteri diagnostici per inquadrare quello che è considerato un disturbo da curare con un percorso terapeutico ad hoc.

senza computer si getta lancia dal balcone

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO