Napoli, legami con la camorra: giudice arrestato per corruzione

Un giudice del Tribunale di Napoli è stato arrestato questa mattina insieme ad altre quattro persone nell'ambito di un'inchiesta anticorruzione coordinata dalla Procura di Roma.

A finire in manette è stato il 60enne Alberto Capuano, gip presso il tribunale di Napoli nella sezione distaccata di Ischia. Con lui, nell'inchiesta, sono finiti il consigliere di Bagnoli Antonio Di Dio, l'avvocato Elio Bonaiuto, il libero professionista Valentino Cassini e il pregiudicato Giuseppe Liccardo, ritenuto dagli inquirenti vicino al clan camorrista Mallardo di Giugliano.

Gli indagati sono accusati a vario titolo di corruzione nell’esercizio della funzione, corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio e in atti giudiziari, traffico di influenze illecite, millantato credito, tentata estorsione e favoreggiamento personale.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO