Brindisi: parroco organizza rosario su Facebook, bacheca invasa di bestemmie

rosario facebook bestemmie

Organizza un rosario in diretta Facebook, ma le cose non vanno come il parroco aveva pensato. È successo a San Giuseppe Lavoratore di Latiano (Brindisi), dove la bacheca ufficiale della parrocchia è stata inondata di insulti e bestemmie durante le preghiere online. Il sacerdote promotore dell’iniziativa, però, ha annotato tutti i nomi degli utenti che hanno commentato, denunciando 13 persone. Ora dovranno affrontare un processo per "diffamazione aggravata".

Convinto di fare servizio utile alla comunità, il parroco di San Giuseppe Lavoratore di Latiano aveva organizzato un momento di preghiera in diretta sul noto social network. I fatti sono avvenuti a gennaio scorso, ma la notizia è divenuta di dominio pubblico ora che sono arrivare le denunce nei confronti dei 13 disturbatori individuati dal sacerdote. Il prete voleva semplicemente andare incontro alle persone impossibilitate a raggiungere la chiesa per il rosario ed effettivamente hanno partecipato qualche migliaio di persone.

Peccato, però, che tra questi vi fossero anche diversi disturbatori, che si sono resi protagonisti di insulti, bestemmie e sfottò nei confronti dei partecipanti al rosario virtuale. Al termine degli accertamenti, i carabinieri hanno identificato con il supporto del parroco 13 persone nei confronti delle quali è scattata la denuncia per il reato di diffamazione. Erano i loro i messaggi insultanti tra i circa 902 commenti analizzati dalle forze dell’ordine. Tra le frasi, offese nei confronti dell’iniziativa intrapresa, del sacerdote oltre che espressioni blasfeme. I 13 denunciati hanno età compresa tra i 18 e i 38 anni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO