Vittoria (RG), sequestrato l'edificio del commissariato di polizia: è di proprietà di un clan

Il duplice omicidio stradale avvenuto a Vittoria, in provincia di Ragusa, giovedì scorso ha riacceso i riflettori sulla criminalità organizzata attiva nella cittadina siciliana e in queste ore la Guardia di Finanza ha fatto una curiosa scoperta: l'edificio che ospita il commissariato di polizia è al 50% di proprietà della famiglia mafiosa Luca di Gela.

Fino al 2012 lo stabile era di proprietà di un commerciante di Vittoria, ma quando l'edificio fu messo all'asta dal Tribunale di Ragusa era stato il rampollo della famiglia Luca, Rocco Luca, ad accaparrarsene il 50% della proprietà. Rocco, figlio di Salvatore Luca, è finito in carcere il 1° luglio scorso insieme al padre e allo zio con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa e riciclaggio.

Dal 2012 ad oggi, però, nessuno sembrava aver fatto quell'ovvio collegamento, al punto che il Ministero dell'Interno ha continuato a pagare l'affitto dell'immobile ai suoi proprietari, attraverso un amministratore giudiziario, così da mantenere al suo interno il Commissariato di Polizia: poco meno di 9mila euro al mese per un totale di 105 mila euro ogni anno.

Ora, nell'ambito di un'operazione contro il clan Luca, la Guardia di Finanza si è vista costretta a mettere i sigilli anche all'edificio in questione. Il Questore di Ragusa era già al lavoro da tempo, insieme alla Commissione Prefettizia del Comune di Vittoria, per individuare un altro immobile in cui trasferire il Commissariato di Polizia. Ora, con l'immobile sotto sequestro, la ricerca dovrà concludersi quanto prima.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO