Bari, immigrati occupano Basilica San Nicola: "Basta sfruttamento" (VIDEO)

bari immigrati basilica sfruttamento protesta video

Bari - Un gruppo di immigrati di Foggia e Borgo Mezzanone ha occupato per protesta la Basilica di San Nicola. La manifestazione simbolica ha lo scopo di sollevare l’attenzione sul fenomeno dello sfruttamento degli immigrati che lavorano come braccianti in varie zone della Puglia. Il blitz nella Basilica di San Nicola a Bari è avvenuto intorno alle 11, quando i braccianti africani sono entrati in chiesa assieme ad Aboubakar Soumahoro dell'Usb, il sindacato “regista” della protesta.

Soumahoro scrive su Facebook che questi lavoratori sono costretti a vivere in condizioni disumane e in cambio di una paga da fame. "L'iniziativa - fa sapere il Coordinamento nazionale lavoro agricolo Usb tramite una nota - si inserisce nel più ampio percorso di lotta dei braccianti che vivono nei ghetti del territorio foggiano. Da troppo tempo si attendono risposte e l'avvio di un tavolo regionale sui temi dell'agricoltura e del bracciantato, si chiedono incontri alle istituzioni regionali, in primis al presidente Michele Emiliano, ma finora nulla si è concretizzato. Siamo, quindi, costretti a compiere azioni altamente simboliche con l'auspicio di incontrare le autorità ecclesiastiche della città capoluogo".

Gli immigrati sono entrati in chiesa portando con sé dei cartelli con alcuni slogan: "In Italia ci sono ancora leggi sul lavoro?", "rispetto per il lavoro", si leggeva su alcuni di essi.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO