Roma, carabiniere ucciso a coltellate: fermati due sospetti


Aggiornamento - Due persone, sospettate di essere gli autori dell'aggressione ai danni del vice brigadiere Mario Rega Cerciello e del collega Andrea Varriale, sono state fermate questa mattina dal Nucleo Investigativo dei carabinieri e sono attualmente a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Roma, carabiniere ucciso a coltellate: due ricercati

ROMA - Un carabiniere originario di Somma Vesuviana è stato ucciso questa notte nella Capitale. Mario Rega Cerciello, vice brigadiere di 35 anni, sposato da poco più di un mese, è stato ucciso durante un controllo in via Pietro Cossa, nel quartiere Prati. Il militare stava effettuando un controllo a carico di due nordafricani che trasportavano una borsa sospetta, quando uno dei due ha estratto una lama ed ha inferto 8 coltellate al carabiniere.

Il controllo era legato al furto di una borsa subito da una donna nella notte. Dopo essere stata scippata, la donna aveva chiamato il suo cellulare e si era accordata con i rapinatori per recuperare la sua borsa in cambio di 100 euro. All'appuntamento si è però presentata accompagnata da una pattuglia dei carabinieri; durante il controllo ai danni dei due sospetti rapinatori è avvenuta l'aggressione. Il collega di pattuglia di Mario Rega Cerciello, Andrea Varriale, è rimasto lievemente ferito nella colluttazione.

Mario Rega Cerciello non è morto sul colpo; è stato trasportato d'urgenza all'Ospedale Santo Spirito, dove i medici hanno tentato di salvargli la vita senza successo.

I due malviventi sono in fuga; entrambi sono alti circa 1 metro e 80. Al momento dell'aggressione uno indossava una felpa nera e l'altro una felpa viola. Uno dei due aveva dei colpi di sole nei capelli.

La Ministra Trenta si è stretta "in un forte abbraccio alla moglie e alla mamma del vice brigadier Mario Cerciello Rega e all'Arma dei Carabinieri. Chiedo tolleranza zero per i delinquenti autori del vile atto".

Questo il commento di Matteo Salvini: "Caccia all’uomo a Roma, per fermare il bastardo che stanotte ha ucciso un carabiniere a coltellate. Sono sicuro che lo prenderanno, e che pagherà fino in fondo la sua violenza: lavori forzati in carcere finché campa".

Più sobrio il messaggio di Luigi Di Maio: "Il mio abbraccio alla famiglia del militare e a tutta l'Arma. È un momento di grande dolore per lo Stato".

Anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha manifestato il proprio cordoglio inviando un messaggio a Giovanni Nistri, Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri: "Ho appreso con profonda tristezza la notizia del decesso del Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega, ferito mortalmente mentre era impegnato in un controllo di polizia. Nel confidare che si arrivi rapidamente alla cattura dei criminali responsabili, desidero esprimere a lei, signor Comandante Generale, e all'Arma dei Carabinieri, la mia solidale vicinanza, rinnovando i sentimenti di considerazione e riconoscenza per il quotidiano impegno degli operatori dell'Arma a servizio dei cittadini. La prego di far pervenire ai familiari del militare le espressioni della mia commossa partecipazione al loro dolore e gli auguri di pronta guarigione al carabiniere Andrea Varriale rimasto ferito"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO