Carabiniere ucciso, le testimonianze di amici e conoscenti dei due americani

Mentre in Italia si parla della fotografia di Christian Gabriel Natale Hjorth bendato nella caserma dei Carabinieri durante l'interrogatorio, i media americani stanno intervistando amici e conoscenti dei due giovani coinvolti nell'omicidio di Mario Rega Cerciello. Una ex compagna di scuola alla Tamalpais High School ha descritto Hjorth come un soggetto pericoloso: "Quando Gabe è sotto l'effetto della droga è matto, ha molta rabbia. È noto qui per essere uno spacciatore. Pensa di potersela cavare sempre con tutto".

Un altro ex compagno di Hjorth, tale Tommy Flynn, l'ha descritto più o meno allo stesso modo: "Si è sempre saputo che fosse un cattivo ragazzo. Si cacciava in storie in cui non vorresti che i tuoi figli si cacciassero. Era noto per avere il carattere di un delinquente". Secondo Flynn, "l'audacia di aver fatto questo in un altro Paese è sconvolgente: penso che sia disgustoso uccidere un poliziotto, che lavora per tenere tutti al sicuro".

Una vicina di casa della famiglia di Finnegan Lee Elder, autore materiale dell'omicidio, ha invece descritto quest'ultimo come "un ragazzo normale" che "non ho mai visto essere violento". Queste le sue parole: "Non ho mai visto nulla che mi portasse a credere che sarebbe mai potuta succedere una cosa del genere. Non l'ho mai visto violento in nessun modo. Lo conosco fin da quando è nato, il ragazzo più carino, uno dei vicini più carini".

Non tutti avevano la stessa opinione di Elder nel suo quartiere. Una tv locale ha infatti intervistato altri due vicini, che hanno affermato di non essersi stupiti dell'accaduto, descrivendolo come un ragazzo irrequieto, che hanno più volte visto ubriaco.

La famiglia di Elder ha invece chiesto di non essere disturbata in questo momento. Secondo quanto ha riportato il San Francisco Chronicle, sul cancello della casa è stato appeso un cartello: "rispetto per la privacy della famiglia, si prega di non disturbare".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO