Padova, scuolabus ribaltato e autista fuggito: il giudice gli ridà la patente

scuolabus-ribaltato-padovano-pattee-ridata-allautista-ubriaco.jpg

Il giudice di pace ha ridato la patente a Deniss Panduru, l’autista romeno dello scuolabus che si ribaltò il 17 maggio scorso sui Colli Euganei, all’altezza di Arquà Petrarca, nel Padovano. L’uomo, risultato poi positivo all’alcol test, dopo l’incidente aveva abbandonato il mezzo dandosi alla fuga a piedi e lasciando da soli i minori che stava trasportando, una decina dei quali erano rimasti feriti, seppur in modo non grave.

Panduru venne arrestato dalla polizia per omissione di soccorso e quindi scarcerato, ma la prefettura aveva stabilito la sospensione della sua patente per due anni e sei mesi. Il giudice di pace ora però ha congelato la sospensione accogliendo l'istanza per poter tornare a guidare presentata dall’autista che rimane indagato a Padova per omissione di soccorso ma che potrà tornare intanto al volante come se nulla fosse accaduto.

Nell’interrogatorio di convalida dell’arresto Panduru al gip disse che l’incidente non era avvenuto per colpa sua ma per un problema allo sterzo e che era fuggito per la paura di essere picchiato dai genitori dei bambini:

"La causa dell’incidente è dovuta alle cattive condizioni dello sterzo dello scuolabus, che non sono riuscito a controllare. Dopo il ribaltamento del mezzo ho aiutato ad uscire tutti i bambini, recuperando anche i loro zaini, verificando che stessero bene. Qualcuno di loro ha chiamato col cellulare i genitori, ed i primi che sono arrivati sul posto erano infuriati per l’incidente. Ero ancora sotto choc e non ho ragionato. Ammetto che ho avuto paura di essere picchiato e così mi sono allontanato a piedi senza chiamare le forze dell’ordine e i soccorsi".

Dall’alcol test eseguito sull’uomo diverse ore dopo il ribaltamento del mezzo, il livello di alcol nel corpo era di 0,3 grammi per litro di sangue: per gli autisti di bus deve essere pari a zero.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO