Delitto sulle colline bolognesi: due arresti per omicidio e occultamento di cadavere

omicidio colline bolognesi, due arresti dai carabinieri.jpg

Due persone sono state fermate per l'omicidio dell’uomo di 42 anni trovato morto ieri pomeriggio in una scarpata in località Vergato, tra Tolè e Cereglio, sulle colline di Bologna. In manette sono finiti un autotrasportatore di 34 anni di origine serba, residente a Vergato, e un operaio romeno 50enne, pure residente nella zona.

Dopo meno di 24 ore i carabinieri ritengono di aver chiuso il cerchio delle indagini accusando i due di omicidio in concorso aggravato dai futili motivi e occultamento di cadavere. Dietro il delitto ci sarebbe una banale lite. A denunciare la scomparsa dell'uomo erano stati lunedì sera l'ex moglie e il fratello. I carabinieri avevano avviato le ricerche ritrovando martedì mattina un'auto, a 500 metri di distanza dal luogo del successivo rinvenimento del cadavere.

La vettura, che era danneggiata, secondo i successivi accertamenti era in uso all’autotrasportatore romeno. A un esame più attento erano quindi venute fuori delle tracce ematiche vicino al bagagliaio. I danneggiamenti rilevati sull’auto erano poi stati giudicati compatibili con quelli riscontrati su alcune fioriere a meno di un km di distanza dal ritrovamento del corpo della vittima.

La comparazione tra le tracce di sangue trovate sull’auto e quelle rivenute sui vestiti dei due fermati hanno confermato i sospetti degli investigatori che già sapevano che la vittima, l’operaio e l’autotrasportatore avevano passato insieme la serata di lunedì come risulta anche dalle telecamere del bar in cui i tre erano stati in compagnia prima di litigare e insultarsi, probabilmente anche a causa dell’alterazione legata al loro stato di ebbrezza. Le indagini sono state coordinate dalla procura della Repubblica di Bologna.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO