Il sindaco di Bibbiano resta ai domiciliari

Andrea Carletti

Il sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti, dovrà restare ai domiciliari. Lo ha deciso oggi il giudice per le indagini preliminari di Reggio Emilia Luca Ramponi, che ha confermato per il primo cittadino ormai sospeso dalla Prefettura la misura cautelare presso il proprio domicilio.

Carletti, eletto a Bibbiano in quota Partito Democratico nel 2014 e riconfermato alle ultime elezioni, è indagato per abuso d’ufficio e falso ideologico nel filone amministrativo dell'inchiesta Angeli e Demoni sugli affidi illeciti nella Val D'Enza. Il suo arresto era scattato il 27 giugno scorso, all'avvio dell'operazione di polizia che aveva portato in manette 16 persone coinvolte a vario titolo nella vicenda.

Per Carletti erano subito stati disposti gli arresti domiciliari, ma nei giorni scorsi i legali dell'uomo avevano chiesto la revoca dell'arresto con una memoria presentata al gip. Il sindaco ha ribadito la propria innocenza e precisato che la procedura per assegnare i servizi all'associazione Hansel e Gretel era stata fatta secondo quanto previsto dalla legge.

Per il gip, però, la memoria non è stata sufficiente a revocare la misura cautelare. Il sindaco di Bibbiano resta quindi agli arresti domiciliari.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO