'Ndrangheta, blitz tra Calabria e Liguria: 42 arresti e 15 milioni sequestrati

dia-arresti ndrangheta genova e-sequestro-beni-morace.jpg

Beni per 15 milioni di euro, in odor di 'ndrangheta, sono stati sequestrati stamattina in una operazione contro la mafia calabrese condotta tra Calabria e Liguria dalla DIA di Genova sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria.

Nel mirino degli investigatori è finita la cosca Raso-Gullace-Albanese. Tra i beni sequestrati ci sono immobili, terreni, rapporti finanziari e quote societarie. 42 gli arresti di presunti affiliati alla 'ndrina per le accuse, mosse a vario titolo, di associazione di stampo mafioso, corruzione, intestazione fittizia di beni e società.

Più in dettaglio i sequestri riguardano le quote di partecipazione e il patrimonio aziendale di 7 società, una ventina di beni immobili, fabbricati, 36 terreni, diversi conti correnti e beni mobili riconducibili alle società sequestrate nel reggino, a Savona e ad Alessandria.

Tutti beni riconducibili, secondo chi indaga, a Carmelo Gullace, ritenuto esponente apicale della cosca (attualmente ai domiciliari), alla moglie e ad altri due soggetti arrestati a luglio di due anni fa nell’operazione "Alchemia".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO