Rapita e violentata dall'ex per tre giorni, si salva buttandosi dall'auto in marcia

Lui è un irregolare albanese con a carico un ammonimento del questore di Perugia.

Foligno albanese violenta e rapisce ex

Una ragazza italiana di 28 anni, madre di due bambini, per tre giorni, da 31 luglio fino al pomeriggio del 2 agosto, è stata rapita dal suo ex, un albanese di 30 anni, irregolare in Italia e con a carico un ammonimento del questore di Perugia. L'uomo ha portato la donna con sé da Siena a Foligno e l'ha costretta a subire violenze e soprusi.

La giovane è riuscita a salvarsi buttandosi dall'auto in marcia davanti all'outlet di Castel Romano. Vedendo che c'erano delle persone, ha aperto lo sportello e si è gettata a terra. Il suo aguzzino ha fermato l'auto, è sceso, è andato verso di lei e ha cominciato a picchiarla, ma per fortuna sono intervenute le persone presenti per salvare la ragazza e chiamare le forze dell'ordine.

L'uomo è scappato, ma in seguito, gli agenti della squadra mobile di Roma e del commissariato Spinaceto hanno capito dove viveva, cioè a Foligno, e lo hanno attirato con uno stratagemma alla stazione dei treni dove sono riusciti a catturarlo.

Ora lui è in stato di fermo per sequestro di persona, violenza sessuale, minacce e lesioni, mentre lei è stata visitata e poi affidata ai genitori. La ragazza ha sul corpo numerosi segni di violenza.

La 28enne ha raccontato anche tutte le minacce, i ricatti e le botte subite da lei e dai suoi figli. Qui sotto la sequenza delle immagini riprese da una videocamera di sorveglianza dell'outlet di Castel Romano dove la donna si è gettata dall'auto e l'uomo è sceso per picchiarla.

Sequenza Castel Romano

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO