Basilicata, incendio in un capannone di braccianti. Morta una donna nigeriana

È successo a Metaponto di Bernalda, in provincia di Matera.

Incendio Metaponto Matera

In Basilicata, nei capannoni dell’ex complesso industriale La Felandina a Metaponto di Bernalda, in provincia di Matera, è divampato un incendio, probabilmente a causa dell'esplosione di una bombola di gas. C'è una vittima, una donna nigeriana che si trovava in uno dei tre capannoni interessati dal rogo, quello che è andato completamente distrutto. È stato difficile recuperare il corpo proprio a causa della presenza di numerose bombole a gas. I Vigili del Fuoco hanno impiegato circa quattro ore per domare fiamme e fumo. Gli altri due capannoni hanno subito danni più contenuti.

In quei capannoni vivono da anni, in condizioni precarie, migranti che vengono sfruttati come braccianti nei campi agricoli. La CGIL, tramite il suo segretario regionale della Basilicata, Agelo Summa, ha commentato:

"È inaccettabile che per la risoluzione di una questione aperta sul tema della sicurezza dei braccianti stranieri sul territorio lucano, si debba attendere il verificarsi dell’ennesima tragedia con la perdita di una vita umana"

Il sindaco di Metaponto di Bernalda, Domenico Tataranno, ha detto:

"Prima di tutto viene il dolore che è priorità in una situazione complessa come questa, legata a un problema mondiale come quello dei migranti, che è gestito in primis dagli amministratori locali con pochi mezzi e tanti problemi da affrontare. Occorre trovare delle alternative. Abbiamo scritto a tutti: al Governo, alle istituzioni locali, ma il problema è ancora qui. Attendiamo anche che il Demanio, proprietario degli immobili, provveda a murare gli accessi ai capannoni della ex Felandina"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO