Ventimiglia: il sindaco fa spostare la fontana usata da migranti e clochard

ventimiglia fontana migranti

Il sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, fa spostare una fontana pubblica e scoppia la polemica. Usata spesso da migranti e clochard per lavarsi, secondo i sindacati, dietro lo spostamento della fontana dei giardini pubblici Reggio ci sarebbero motivi razziali. "Il sindaco di Ventimiglia ritiene di intervenire sugli sprechi di acqua operati dai migranti e lo fa chiudendo e spostando una fontana: sia mai che la sera qualche ragazzo di colore possa sciacquarsi, lavarsi o bere", si legge in una nota della sede locale della Cgil.

La replica del primo cittadino non si è fatta attendere: nessun motivo razziale dietro lo spostamento della fontana, semplicemente una decisione presa per aumentare il decoro della città.

"Ma quali migranti - risponde alle accuse Scullino - . L'ho tolta per motivi di decoro della città: la lasciavano aperta giorno e notte, sprecando acqua e provocando allagamenti. Le polemiche sono il frutto di una strumentalizzazione. A parte che - insiste - le fontane sono di tutti senza distinzioni tra residenti, migranti o turisti, ma c'é anche un errore logico in questa polemica: perché se davvero avessi voluto penalizzare i migranti le avrei tolte tutte anziché una soltanto".

Il sindaco di Ventimiglia ha poi rivelato dove sarà disponibile la nuova fontana, ovvero sul lungomare, dove soprattutto in questo periodo c’è un maggiore afflusso di persone.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO