Nadia Toffa, celebrati a Brescia i funerali. Don Patriciello: "Amata per la sete di verità"


Sono stati celebrati oggi a Brescia i funerali di Nadia Toffa, l’ex inviata e poi conduttrice de Le Iene scomparsa prematuramente nei giorni scorsi a causa di un tumore. A officiare le esequie è stato Don Maurizio Patriciello, il parroco di Caivano, in prima fila contro la criminalità nella Terra dei Fuochi.

Nadia, ha detto Don Patriciello, ha "avuto fame e sete di giustizia dove ci sono i più bistrattati, nella Terra dei fuochi. Era dalla parte dei più deboli. Nadia tu sei stata amata perché hai amato la verità e hai fatto del tuo lavoro una missione, come dovremmo fare tutti".

Davide Parenti, ideatore del programma Mediaset, ha deposto una cravatta nera, simbolo de Le Iene, sulla bara bianca di Nadia. "È stato come perdere un figlio" ha detto in una intervista al Messaggero l’autore.

Secondo Parenti: "Il fatto che lavorasse l’ha tenuta in vita più di quanto la malattia le potesse permettere. Ovviamente sono stati bravissimi i suoi dottori, capaci di allungarle la vita con le giuste cure. Ma aver continuato a lavorare, avere un appuntamento cui tornare, un impegno con il pubblico, era per lei una delle ragioni per continuare a vivere".

L’autore de Le Iene ha parlato anche della partecipazione di Nadia alle ultime puntate del programma: "È arrivata sfinita alla fine della stagione. Durante le ultime puntate faceva fatica anche a camminare. Eppure veniva, e faceva i balletti. Qualcuno sui social si è accorto della sua difficoltà. Ma lei comunque faceva tutto". All’ultima puntata però la conduttrice non ha potuto esserci: "Purtroppo le sue condizioni si sono aggravate proprio all’ultimo... Quando ti dicono che hai quella cosa, in quel posto, e di quel tipo, basta che guardi su internet per leggere che hai al massimo dieci mesi. Lei ne ha fatti venti".

funerali nadia toffa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO