New York, trovato morto lo chef Andrea Zamperoni

Il corpo è stato rinvenuto in un ostello del Queens.

Andrea Zamperoni chef scoparso a New York Cipriani Dolci

La ricerche dello chef italiano Andrea Zamperoni si sono concluse stasera nel peggiore dei modi. Il corpo senza vita del 33enne è stato rinvenuto nella stanza di un ostello del Queens, a poca distanza dall'appartamento in cui lo chef risiedeva da tempo. Lo riferisce l'emittente statunitense CBS.

Le cause del decesso non sono ancora state rese note, ma la stampa locale sottolinea che l'hotel in cui il giovane è stato trovato morto è noto per essere un luogo frequentato da spacciatori e prostitute.

New York, scomparso Andrea Zamperoni, chef di Cipriani. I conoscenti: "Scomparsa insolita"

È stata diffusa oggi la notizia della scomparsa a New York del giovane chef italiano Andrea Zamperoni, 33 anni, nella Grande Mela da poco più di un anno come capo chef del noto ristorante italiano Cipriani Dolci. Originario di Casalpusterlengo, in provincia di Lodi, Zamperoni ha lavorato a Londra sempre per la stessa catena di ristoranti e l'anno scorso si è trasferito negli Stati Uniti e vive a Woodside, nel Queens.

I suoi coinquilini hanno detto di averlo visto per l'ultima volta sabato scorso, 17 agosto, dopo il suo turno di lavoro. L'allarme è scattato quando Zamperoni non si è presentato a lavoro lunedì. I suoi colleghi hanno detto che si tratta di una "scomparsa insolita" e lo hanno descritto come una persona molto professionale "che verrebbe a lavorare anche se avesse appena perso una gamba".

Uno dei colleghi ha anche detto di aver appreso da un coinquilino del cuoco italiano che il ragazzo domenica alle 2 del mattino è uscito di casa ed è salito su un'auto. I suoi famigliari in Italia non lo hanno più sentito e anche questo è molto insolito perché telefonava ogni giorno alla madre.

Il manager di Cipriani Dolci, Fernando Dallorso, ha detto che Zamperoni era nel gruppo da oltre dieci anni e a New York da poco più di un anno, per tutti era un "tesoro", uno chef anomalo perché per niente capriccioso. Arrigo Cipriani, patron della catena di locali per cui lo chef lavorava, ha detto che Andrea era "in America da poco tempo ed era felicissimo di essere lì. Non credo proprio si tratti di un allontanamento volontario".

Tutti i suoi amici, da Casalpusterlengo a Londra e New York, si stanno mobilitando via social per ritrovarlo, sperando in un esito positivo delle ricerche.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO