Terremoto di magnitudo 4.1 tra Norcia e Arquata del Tronto

La terra è tornata a tremare questa notte nel centro Italia, nella stessa zona già devasta dagli eventi sismici del 2016 e del 2017. Una scossa di magnitudo 4.1 è stata registrata alle 2.02 di stanotte con epicentro a 4 chilometri da Norcia, in provincia di Perugia, e 11 chilometri da Castelsantangelo sul Nera, in provincia di Macerata.

Alla scossa delle 2.02 ne sono seguite altre di minore intensità (3.2 alle 2.04, 2.0 alle 2.06 e 3.0 alle 2.17) ma anche questa mattina si sono registrate due scosse di magnitudo 2.7 e 2.8 poco prima delle 8.

Non si sono registrati danni a cose o persone, ma quella scossa più forte del solito ha portato i cittadini a scendere in strada per la paura.

Emanuele Tondi, geologo dell'Università degli studi di Camerino (MC), ha così commentato su Facebook la sequenza sismica delle ultime ore:

La zona epicentrale è sempre quella della sequenza sismica iniziata 3 anni fa, il 24 agosto 2016 e culminata a fine ottobre dello stesso anno. La zona di faglia è, quindi, ancora quella del Monte Vettore-Monte Bove. Si tratta di una ripresa della sequenza, sempre possibile e che, come si può vedere dalla mappa allegata, non era per nulla terminata. Negli ultimi 3 mesi, come nei mesi precedenti, si sono verificati numerosi terremoti, anche se molti non li abbiamo percepiti. Purtroppo, la zona destabilizzata è molto grande e la sequenza di aftershocks lunga.

TERREMOTO DI MAGNITUDO 4.1 a Norcia, ipocentro a circa 8 km di profondità. La zona epicentrale è sempre quella della...

Posted by Emanuele Tondi on Saturday, August 31, 2019
  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO