Orrore in Cina, 8 bambini uccisi al loro primo giorno di scuola

bambini uccisi a scuola in cina
Orrore in Cina dove otto bambini al loro primo giorno di scuola sono stati uccisi nel villaggio di Chaoyangpo. Altri due sono rimasti feriti. A compiere la strage un uomo di 40 anni poi arrestato dalla polizia secondo quanto riferito dalle autorità.

La dinamica dell’accaduto non è stata per ora chiarita: si sa solo che il killer era uscito dal carcere a giugno dove era finito per tentato omicidio. Il villaggio in cui si trova la scuola elementare oggetto dell’assalto è nella provincia di Hubei, nella parte centrale della Cina.

Come i bambini siano stati uccisi non è stato spiegato dalla polizia. Questo è solo l’ultimo di una serie di attacchi che si sono verificati negli ultimi anni nelle scuole cinesi. Nonostante le misure di prevenzione e di sicurezza siano state rafforzate si contano però altre otto giovanissime vittime.

A gennaio scorso a Pechino un uomo aveva aggredito a martellate 20 bambini di una scuola dell’infanzia. Ad aprile un uomo aveva accoltellato due alunni ferendone altrettanti in una scuola elementare nella provincia centrale di Hunan.

Andando più indietro nel tempo, a ottobre dell’anno scorso era stata una donna che, sempre armata di coltello, aveva ferito 14 bambini in un asilo della provincia sud-occidentale del Sichuan. Cinque mesi prima altri 9 studenti di scuola media erano stati uccisi da uno squilibrato mentre facevano ritorno a casa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO