Perquisita la villa di Beppe Grillo a Marina di Bibbona dopo le accuse di stupro al figlio

Sequestrato lo smartphone di Ciro Grillo.

Accuse Ciro Grillo

I Carabinieri hanno perquisito la villa di Beppe Grillo che si trova a Marina di Bibbona e hanno sequestrato lo smartphone del figlio Ciro, indagato con altri tre amici per un presunto stupro di gruppo ai danni di una modella che sarebbe avvenuto, però, in un'altra villa, sempre di Grillo, quella di Porto Cervo, in Sardegna.

Il motivo per cui la perquisizione è avvenuta nella toscana Villa Corallina è perché il ragazzo 19enne attualmente si trova lì e i Carabinieri stavano cercando il video della presunta violenza, video che potrebbe essere salvato proprio sull'iPhone di Ciro Grillo.

Secondo quanto riportato da Il Tirreno, i Carabinieri di Milano si sono presentati a Marina di Bibbona con un decreto di perquisizione firmato dai magistrati di Tempio Pausania che si stanno occupando dell'indagine. Gli altri tre indagati con Ciro Grillo sono i genovesi Vittorio Lauria, Francesco Corsiglia ed Edoardo Capitta, tutti coetanei.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO