Strage di Erba: Corte d’appello dovrà fissare udienza per valutare nuovi accertamenti

rosa olindo strage erba

Su indicazione della Cassazione, la Corte d’assise di Como dovrà fissare un’udienza per decidere se avviare o meno nuovi accertamenti sulla strage di Erba del 2006. L’11 dicembre di quell’anno persero la vita Raffaella Castagna, il figlioletto Youssef Marzouk, la madre Paola Galli e la vicina di casa Valeria Cherubini: per i loro omicidi sono stati condannati in via definitiva i coniugi Olindo Romano e Rosa Bazzi.

La Cassazione, prima sezione penale, dopo la camera di consiglio di ieri, ha esaminato il ricorso presentato dalle difese dei condannati contro il no del tribunale di Como, che ad aprile si è opposto alla richiesta di procedere con nuove analisi su alcuni reparti. La Cassazione, riqualificando il ricorso come opposizione, ha trasmesso nuovamente gli atti alla Corte d'assise di Como. Soddisfazione da parte dell’avvocato Fabio Schembri, che argomenta:

"Nel nostro ricorso avevano chiesto che si tornasse davanti ai giudici di Como, perché la loro precedente decisione era stata presa senza contraddittorio delle parti. Ora sarà fissata un'udienza che noi potremo chiedere sia anche pubblica".

La difesa di Rosa e Olindo chiede sostanzialmente nuovi esami sui campioni biologici ritrovati sul luogo della strage e su un vecchio telefono cellulare, pare ignorato nelle precedenti indagini. Inoltre, viene chiesto l’accesso ai server della procura per analizzare meglio le intercettazioni ambientali effettuate subito dopo gli omicidi. Entro un mese dal deposito delle motivazioni da parte della Cassazione, i giudici di Como fisseranno l’udienza.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO