Monte Bianco, ghiacciaio rischia di collassare. Conte: "Allarme che non può lasciarci indifferenti"

Il sindaco di Courmayeur ha fatto sgombrare alcune abitazioni.

Il Premier Giuseppe Conte ne ha parlato all'Onu, durante il summit sui cambiamenti climatici, e intanto il sindaco di Courmayeur è dovuto correre ai ripari: il ghiacciaio del Monte Bianco sta diventando sempre più minaccioso per abitazioni, rifugi, alberghi, ristoranti e anche per i pascoli. Il problema è che non si può sapere se continuerà a cedere poco a poco oppure crollare di schianto, mettendo in pericolo le persone che vivono nella valle.

Per questo il primo cittadino Stefano Miserocchi ha firmato un'ordinanza di divieto per la Val Ferret, minacciata dal ghiacciaio Planpincieux, che si trova affianco a un'isola di granito delle Grande Jorasses, una delle vette più celebri del Monte Bianco, dove c'è il rifugio Boccalatte che ha dovuto chiudere già all'inizio di questo mese in seguito a un'altra ordinanza del sindaco che prendeva precauzioni per un imminente crollo di ghiaccio.

E oltre i 3.500 metri c'è la serraccata del ghiacciaio Whymper dalla quale, secondo gli esperti, si staccheranno 150 metri cubi di ghiaccio. Tuttavia al momento il pericolo più "ravvicinato" appare quello del Planpincieux, mille metri più in basso, che appare come un terreno franoso, secondo quanto detto dagli esperti della Fondazione Montagna Sicura di Courmayeur.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO