Mafia: 70 arresti in tutta Italia, la Stidda come una piovra

mafia arresti stidda

Stangata della polizia nei confronti della Stidda di Gela: una vasta operazione ha portato all’arresto di 70 persone tra capi, gregari e affiliati alla cosca Di Giacomo. Contestualmente, le forze dell’ordine hanno sequestrato beni per 35 milioni di euro. Si tratterebbe dei proventi di attività illecite, poiché il clan avrebbe esteso il proprio metodo estorsivo anche in alcune regioni del Nord, gestendo al contempo il traffico di droga ed infiltrandosi nel tessuto economico con imprese di comodo che imponevano i loro prodotti ai commercianti locali.

Gli arresti sono stati effettuati, tra l’altro, anche in Piemonte, Lombardia, Toscana e Lazio. Gli stiddari mettevano in atto vere e proprio spedizioni punitive con l’uso di armi, danneggiamenti e altre intimidazioni nei confronti di chi cercava di opporsi al loro potere criminale. In tutto, la Stidda avrebbe avuto al solo qualcosa come 500 uomini armati, che oltre a sottomettere imprenditori e commercianti erano pronti ad una vera e propria guerra di mafia.

Al contempo - secondo gli investigatori - la Stidda negli anni si è evoluta espandendo il proprio raggio d’azione. Oltre ai tradizionali metodi mafiosi, la mafia di Gela si è adattata ai nuovi contesti, infiltrandosi tra i colletti bianchi, che a loro volta hanno fatto gli interessi dei clan individuando in tutta Italia imprenditori disponibili al risparmio facile. L’inchiesta, infatti, ha anche portato alla luce numerosi reati tributari e fenomeni di corruzione.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO