Caserta: donna rifiuta trasfusione e muore

caserta trasfusione

Una donna di 70 anni è morta in ospedale dopo aver rifiutato una trasfusione che avrebbe potuto salvarle la vita. Secondo quanto riporta l’edizione odierna de Il Mattino, alla base della decisione della donna ci sono motivazioni religiose, poiché testimone di Geova. Questa confessione, infatti, impedisce di mischiare il sangue proprio a quello altrui, anche in caso di gravi condizioni di salute. I testimoni di Geova, dunque, anche a rischio della vita, rifiutano le trasfusioni.

Nonostante le insistenze da parte del primario di Chirurgia Generale dell’ospedale di Piedimonte Matese (Caserta), la donna non ne ha voluto sapere, supportata dalla posizione dei suoi familiari. "Così ha deciso mia madre", le parole del figlio della 70enne al primario Gianfausto Iarrobino. I fatti risalgono al 27 settembre scorso e in merito all’accaduto, il medico ed ex presidente del Consiglio comunale di Caserta, ha pubblicato un post polemico su Facebook, nel quale si dice sicuro della possibilità di salvare la donna se avesse accettato la trasfusione.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO