Agenti uccisi, la madre di Meran: "Chiedo perdono" (VIDEO) | Armi sequestrate ma è giallo sulle fondine


La madre del giovane dominicano indagato per il duplice omicidio dei due poliziotti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, ieri in questura a Trieste, chiede scusa pubblicamente: "Mi dispiace tanto, non so come chiedere perdono a queste famiglie. Prego Dio che dia loro pace e che un giorno possano perdonare".

La signora Betania è la mamma di Alejandro Augusto Stephan Meran accusato di aver sparato ai due agenti dopo essere riuscito a impossessarsi della loro pistola: "Mi dispiace per quello che ha fatto mio figlio, cosa si può dire ad un padre che perde un figlio o a un figlio che perde il padre? Non c'è nulla che si possa dire per confortare un dolore così".

Poliziotti uccisi Questura Trieste, le indagini

Intanto sul fronte delle indagini gli inquirenti hanno smentito il sindacato Sap che aveva parlato di fondine delle pistole difettose in dotazione agli agenti coinvolti: la funzionalità che blocca la pistola non era compromessa secondo chi indaga.

"Non solo sono state sequestrate le fondine ma anche le armi di tutti i poliziotti" ha detto il questore di Trieste Giuseppe Petronzi. "Oggi la Squadra Mobile sta facendo tutte le indagini del caso sotto coordinamento autorità giudiziaria. Stiamo seguendo i poliziotti sotto il profilo psicologico, come potete immaginare è una giornata provante per le persone coinvolte" ha aggiunto il questore.

Rotta secondo i primi rilievi è stato colpito da due proiettili a sinistra del petto e all’addome, il collega Demenego è stato invece raggiunto da tre colpi, al fianco sinistro, alla clavicola e alla schiena.

indagini agenti uccisi trieste madre killer chiede perdono

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO