Boss della camorra "regala" neonato a un suo affiliato

boss camorra ragala neonato

Un boss della camorra avrebbe "regalato" un neonato a un proprio affiliato dandogli i 10mila euro che dovevano servire per pagare una donna dell'Est Europa "ingaggiata" per cedere poi il frutto della sua gravidanza.

La vicenda, mai sentita prima in indagini che hanno a che fare con la criminalità organizzata, è riportata da Il Mattino che rende conto di un'inchiesta della Dda (Direzione distrettuale antimafia) di Napoli sulle cosche che spadroneggiano nella zona orientale del capoluogo partenopeo.

Il capoclan in questione secondo il gip avrebbe agito così per "fornire la dimostrazione sul territorio della forza della propria organizzazione". L’uomo è accusato di falso e alterazione di stato civile, reati aggravati dalla finalità mafiosa.

Secondo il magistrato la vicenda è sintomo "dell’esistenza di un contesto criminale organizzato, avente a oggetto un traffico illegale di bambini che, trovando avallo nelle dichiarazioni rese da collaboratori di giustizia e da altre fonti investigative, appare suscettibile di un approfondimento investigativo".

Le indagini proseguono.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO