Germania, attacco alla sinagoga. Il manifesto del killer era online dal 1° ottobre

Un attacco annunciato, e quindi evitabile, quello compiuto ieri ad Halle, in Germania, dal giovane neonazista Stephan Balliet. È quanto riferisce oggi la stampa tedesca, secondo la quale il killer di 27 anni avrebbe pubblicato online ben dieci giorni fa un manifesto coi dettagli dell'attacco messo a segno nella giornata di ieri e costato la vita a due persone.

È stato Site, il gruppo di intelligence che monitora le minacce terroristiche su Internet, a confermare l'esistenza di un manifesto antisemita pubblicato da Balliet il 1 ottobre scorso corredato delle foto delle armi e munizioni che avrebbe utilizzato nell'attacco, informazioni sull'obiettivo e la decisione di trasmettere l'assalto in diretta streaming.

L'obiettivo di Balliet, sempre secondo quel manifesto di dieci pagine, era quello di uccidere quanti più "anti-bianchi possibile, preferibilmente ebrei". Il giovane, arrestato nella giornata di ieri a poche ore dall'attacco, non era conosciuto dai servizi segreti tedeschi come un estremista e secondo il quotidiano Bild si sarebbe radicalizzato in modo autonomo.

Il 27enne si trova ora in custodia delle autorità, che stanno mantenendo il massimo riserbo sulle indagini in corso e su eventuali dichiarazioni rilasciate da Balliet in queste ultime ore.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO