Assenteismo in provincia di Catania: i badge strisciati anche dai figli dei dipendenti

assenteismo provincia catania

Le telecamere nascoste hanno consentito di individuare 48 dipendenti del Comune di Piedimonte Etneo (Catania) che si assentavano sistematicamente dal posto di lavoro. Nei loro confronti la Procura ipotizza il reato di truffa aggravata in concorso. Dalle indagini, condotte anche con l’ausilio di riprese effettuate di nascosto, è emerso un sistema collaudato tramite il quale alcuni dipendenti strisciavano il badge anche per colleghi assenti. E non è tutto, perché in alcuni casi ad utilizzare il badge erano i figli dei dipendenti, ragazzini che sfruttavano la compiacenza di altri dipendenti e dei vigili urbani.

Dai pedinamenti è emerso tra l’altro che, nonostante risultassero regolarmente sul posto di lavoro, in realtà i dipendenti erano a fare la spesa, a sbrigare altre faccende domestiche o addirittura si dedicavano a secondi lavori, coma la distribuzione di giornali. La Procura di Catania, che ha coordinato le indagini condotte dai carabinieri, sottolinea anche che qualche dipendente, "non soddisfatto di ricevere un salario adeguato per l'attività lavorativa compensava utilizzando il veicolo di proprietà del Comune per esigenze strettamente legate alla sfera privata".

Spesso, un dipendente strisciava il badge di un altro collega che si presentava sul posto di lavoro in orari “di comodo” o addirittura non si presentava affatto. "Appare oltremodo significativo, ai fini della comprensione dell'elevata percezione d'impunità da parte degli indagati il fatto che siano stati talvolta utilizzati anche dei minorenni per la vidimazione dei badge, commessa addirittura in una occasione alla presenza di una ispettrice della polizia municipale", si legge ancora nelle carte della Procura di Catania. Inoltre, si sottolinea che la cosa assume "connotati allo stesso tempo tuttavia evidenti se contestualizzata in un gruppo di dipendenti comunali infedeli vincolati, in molti casi, da rapporti di parentela e, quindi reciprocamente animati da una eccessiva 'comprensione' anche di fronte a plateali violazioni di legge".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO