Terni, abbandonò il figlio neonato in un parcheggio: condannata a 16 anni per omicidio

Eurospin a Terni

16 anni di carcere per omicidio volontario. È questa la pena inflitta oggi dal gup di Terni Barbara Di Giovannantonio alla ragazza di 28 anni che il 2 agosto dello scorso anno abbandonò il figlio neonato nei pressi del parcheggio di un supermercato di Terni.

Il macabro ritrovamento fu fatto qualche ora dopo, quando per il neonato, chiuso in un sacchetto di plastica, era ormai deceduto. L'identificazione della donna avvenne nel giro di poche ore e arrestata con l'accusa di omicidio volontario aggravato dallʼavere commesso il fatto ai danni di un discendente.

Il neonato, secondo gli inquirenti, era ancora vivo quando la donna, circa due ore dopo averlo dato alla luce in casa, lo aveva abbandonato nel parcheggi assicurandolo a morte certa.

Oggi, al termine del processo che si è svolto con rito abbreviato, è arrivata la condanna a 16 anni di carcere. La giovane, detenuta in carcere dal momento del suo arresto, ha assistito alla lettura del dispositivo.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO