Omicidio Luca, il Capo della Polizia Gabrielli: "Roma non è Gotham City e questa non è la storia di uno scippo" (VIDEO)


"Roma non è Gotham City": il capo della polizia Franco Gabrielli interviene nel dibattito sulla sicurezza nella capitale - è di ieri la dura replica di Conte a Salvini - dopo l’omicidio del 24enne Luca Sacchi, ucciso con un colpo di pistola alla testa davanti agli occhi della fidanzata.

"Che Roma abbia i suoi problemi credo che nessuno lo disconosca, ma rappresentarla come Gotham City...". Per la morte del giovane ci sono già due fermi, due 21enni romani che dopo l’interrogatorio si trovano ora in custodia a Regina Coeli: "Sono stati subito individuati e si sono definiti i contorni di una vicenda che con una città alla deriva e in mano al crimine ha poco a che fare" prosegue il capo della polizia.

Gabrielli fa un appello a non "utilizzare la sicurezza come strumento di contesa politica" anche perché la morte di Luca "dovrebbe imporre un atteggiamento di riflessione e rispetto".

I due indagati sono accusati di omicidio volontario e rapina. Intanto la ragazza di Luca smentisce fermamente che dietro l’omicidio potrebbero esserci motivi legati a questioni di droga: "La droga non c'entra niente. Luca era lì per guardare il fratellino piccolo che si trovava nel pub. Luca non ha mai incontrato gli spacciatori. Non ho visto né sentito nulla. Ho sentito solo la voce di un ragazzo romano e giovane. Mi ha detto 'dammi 'sto zaino' e Luca mi ha protetto come ha sempre fatto. L'ha messo a terra e forse per questo si sono spaventati" racconta la donna confermando la sua versione dei fatti.

franco-gabrielli omicidio roma non è gotham city

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO