Alessandria, il vigile del fuoco: "È stato un attentato" (audio) | Procura indaga per omicidio plurimo


Il procuratore di Alessandria Enrico Cieri chiarisce che il proprietario della cascina di Quargnento in cui ieri notte tre vigili del fuoco hanno perso la vita in un’esplosione di natura dolosa "è persona offesa, vittima patrimoniale".

Cieri ha poi sottolineato: "Lo abbiamo sentito più volte e sta collaborando" mentre le indagini dovranno fare luce su "chi e perché abbia voluto danneggiare in questo modo" lo stesso proprietario della cascina ottocentesca che era stata temporaneamente adibita a deposito di bombole di gas.

Pare che l’edificio fosse stato messo vendita nei mesi scorsi per 750mila euro ma poi il cartello sarebbe sparito da un giorno all’altro secondo il racconto di un vicino: "La casa? Non so cosa dire, mi pareva disabitata, anche se fino a poco tempo fa c'era un cane e pure un cartello ‘vendesi’, poi il cane non l'ho più visto e neppure il cartello".

L’uomo spiega di aver sentito il primo botto "dopo mezzanotte e mezza, subito ho pensato che fosse un incidente... poi intorno all'una e mezza un secondo botto, fortissimo, tanto che è partito l'allarme di casa... A quel punto sono venuto a vedere cosa era successo ma non si vedeva quasi nulla, era troppo buio. Ho proseguito lungo la strada perché la conosco bene, vengo spesso a passeggiare con il cane, e quando mi sono avvicinato ho visto la casa crollata, poi è stato un continuo via vai di soccorsi".

Il racconto del pompiere

In un audio venuto in possesso di Adnkronos un vigile del fuoco racconta così quanto accaduto al cascinale: "Il capo del Corpo ci ha radunato tutti per fare il punto della situazione" e "le bombole erano messe in modo da fare esplodere la palazzina. Quindi è stato un attentato studiato male".

Secondo il pompiere: "Sembra che i colleghi sono arrivati che già c'era stata un'esplosione e mentre stavano dentro, dove c'erano queste bombole, c'è stata un'altra esplosione. Sembra che sopra ci fossero degli inneschi proprio per far esplodere la palazzina. Questo è quello che ci ha detto il capo del Corpo".

La procura ha aperto un’inchiesta, allo stato contro ignoti, per le ipotesi di reato di crollo doloso di edificio e omicidio plurimo. Gli inquirenti avrebbero comunque escluso, bollandola come "infondata", qualsiasi ipotesi che porti a una matrice terroristica.

Esplosione a Quargnento

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO