Messico, un arresto per la strage di mormoni: aveva con sé due ostaggi

L'arresto è avvenuto sulle colline di Agua Priests nello Stato di Sonora.

La strage di mormoni che è avvenuta due giorni fa al confine tra Stati Uniti e Messico per mano dei narcotrafficanti ha sconvolto il mondo e oggi la polizia ha fatto un importante passo avanti nelle indagini arrestando un sospettato: lo ha raggiunto sulle colline di Agua Priests nello Stato di Sonora, dove aveva portato con sé degli ostaggi, che sono stati ritrovati legati e imbavagliati.

Ricordiamo che nell'agguato di due giorni fa sono rimasti uccisi tre donne e sei bambini, mitragliati mentre erano a bordo delle loro auto e poi bruciati. Alcuni sono morti arsi vivi. Un orrore che ha toccato molti, tanto che anche il Presidente USA Donald Trump è intervenuto promettendo l'aiuto del suo Paese. Infatti le vittime avevano nazionalità sia americana, sia messicana.

I mormoni uccisi fanno parte della Colonia LeBaron, una setta fondamentalista che si è separata dalla tradizionale Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni quando quest'ultima ha iniziato a reprimere la poligamia. Nel 2002 Erik LeBaron era stato rapito, ma la sua famiglia aveva rifiutato di pagare il riscatto per non incoraggiare altri sequestri. Lui poi fu liberato, ma qualche mese dopo suo fratello Benjamin, che si era impegnato nella campagna per il suo rilascio, fu ucciso, così come fu ucciso nel 2010 il cognato di Benjamin.

Nel 2010 Julian LeBaron è intervenuto pubblicamente chiedendo ai messicani di opporsi al crimine organizzato e oggi ha raccontato in una radio messicana che la sua famiglia è stata minacciata.

L'agguato di due giorni fa, dunque, non dovrebbe essere uno scambio di persona, come qualcuno aveva inizialmente ipotizzato, ma un'azione organizzata e pensata da tempo contro i membri della Colonia LeBaron che da sempre si oppongono alle gang e alla violenza dei cartelli di narcotrafficanti.

Strage di mormoni in Messico

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO