Ordigno bellico rinvenuto a Brindisi: 50mila cittadini a rischio evacuazione

Parte della città di Brindisi dovrà essere evacuata nei prossimi giorni, forse settimane, per permettere il disinnesco e lo spostamento di un ordigno bellico rinvenuto lo scorso 2 novembre durante i lavori di scavo nella zona di Bozzano, dove si trovano numerosi condomini, il cinema Andromeda e la Questura di Brindisi.

La bomba, probabilmente sganciata durante i bombardamenti tra il 1940 e il 1941 a Brindisi e mai esplosa, conterrebbe circa 100 chilogrammi di esplosivo e sarebbe stata danneggiata dalla pala meccanica durante i lavori di scavo. Il Genio Guastatori dell'Esercito Italiano ha già stilato una relazione ipotizzano l'evacuazione di circa 50mila cittadini, due terzi della popolazione residente a Brindisi.

L'ordigno dovrà essere disinnescato sul posto e successivamente trasportato in una cava a Carovigno, a circa 30 chilometri, per essere fatto brillare. Anche a causa dei danni riportati durante la scoperta pochi giorni fa, l'operazione di disinnesco è più complessa del previsto e, visto il luogo in cui si trova l'ordigno, è necessario un eccesso di cautela.

Il sindaco della città Riccardo Rossi ha voluto tranquillizzare tutti i cittadini: finché l'ordigno non verrà toccato non ci sarà un vero pericolo per la popolazione. L'area è stata prontamente interdetta al pubblico ed è costantemente vigilia dalle forze dell'ordine e dalla polizia local:

Vorrei tranquillizzare tutti: la bomba ritrovata nei pressi della multisala Andromeda di Brindisi è in assoluta sicurezza. Gli artificieri ci hanno detto che non può esplodere se non per un intervento diretto sull'ordigno.

C'è tutto il tempo, quindi, di organizzare con calma l'evacuazione dei cittadini, che ad oggi non ha ancora una data indicativa:

Nei prossimi giorni si definiranno i piani di evacuazione e le operazioni necessarie per l'intervento degli artificieri per disinnescare l'ordigno.
Ad oggi nessuna data è stata stabilita per questo intervento.
Il messaggio che vorrei trasmettere è che la situazione è sotto controllo. Prefettura, forze dell'ordine, esercito e amministrazione comunale sono al lavoro per consentire l'intervento degli artificieri nella massima sicurezza.

Vorrei tranquillizzare tutti: la bomba ritrovata nei pressi della multisala Andromeda di Brindisi è in assoluta...

Posted by Riccardo Rossi Sindaco on Saturday, November 9, 2019

L'area da evacuare sarà definita con più certezza nelle prossime ore sulla base della massima distanza di frammentazione orizzontale e verticale dell'ordigno, stimata in un raggio di 1.617 metri. Spostare fino ad un massimo di 50mila persone richiederà uno sforzo sovrumano, anche perchè bisognerà garantire a tutti una sistemazione fino al completamento delle operazioni di disinnesco e trasferimento dell'ordigno.

Stando alla stima attuale le operazioni potrebbero concludersi nel giro di 5 ore, ma in quel periodo sarà necessario non soltanto tenere al sicuro i cittadini, ma interrompere anche il traffico aereo, ferroviario e stradale.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO