Prete pedofilo ammette: "Sono colpevole, chiedo scusa alla famiglia della bambina"

È successo nel casertano, nella parrocchia di Trentola Ducenta.

prete condanno pedofilia prato

Don Michele Mottola, il sacerdote della parrocchia di Trentola Ducenta, nel Casertano, che la settimana scorsa è stato arrestato per abusi sessuali su una bambina di 11 anni, ha confessato:

"Mi assumo tutte le responsabilità. Sono colpevole di tutte le accuse che mi vengono contestate. È tutto vero"

Le sue dichiarazioni sono state riportate dal suo legale all'Agi. Durante l'interrogatorio di questa mattina presso il carcere di Secondigliano, il prete, che a maggio è stato sospeso dal celebrare messa e frequentare i fedeli, si è assunto tutte le responsabilità e ha chiesto scusa alla famiglia della bimba:

"Chiedo scusa alla famiglia della bambina. Spero riescano a perdonarmi. Ho intrapreso un percorso spirituale. Mi affido alla giustizia divina e terrena. Sono colpevole"

Sono scuse che ovviamente non servono a nulla alla famiglia, ma forse possono servire al sacerdote a ottenere gli arresti domiciliari, visto che il suo legale li ha chiesto per lui, ritenendo che non ci siano elementi per la detenzione in carcere.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO