Processo depistaggi caso Cucchi, il giudice si astiene: "Sono un ex carabiniere" (VIDEO)


Il giudice si astiene e il procedimento appena aperto viene rinviato. Parliamo del processo relativo ai presunti depistaggi sulla morte di Stefano Cucchi, il giovane deceduto a ottobre 2009 in un reparto penitenziario dell’ospedale Pertini di Roma, una settimana dopo il suo arresto per droga.

Il processo sui depistaggi vede alla sbarra come imputati otto militari dell’Arma, tra cui anche alti ufficiali, accusati a vario titolo di falso, favoreggiamento, omessa denuncia e calunnia.

Il giudice Federico Bonagalvagno stamattina in apertura di udienza ha comunicato di volersi astenere dal procedimento adducendo come motivazione il fatto di essere un ex carabiniere in congedo. Era stata la difesa dei familiari di Stefano Cucchi a chiedere al giudice monocratico di astenersi dopo aver appreso che l’uomo aveva organizzato convegni ai quali erano presenti alti ufficiali dell’Arma.

Il ministero della Giustizia intanto ha fatto istanza per costituirsi parte civile nel procedimento. Si sono già costituti parte civile l'Arma dei carabinieri e la Presidenza del Consiglio. Il nuovo giudice monocratico nominato è Giulia Cavallone.

caso-cucchi-giudice si astiene

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO