Volevano far saltare moschea: indagati 12 estremisti di destra

estremisti destra attentato moschea

Dodici estremisti di destra sono finiti sotto indagine per aver progettato di far saltare in aria la moschea di Colle Val d’Elsa, nel senese. Nelle intenzioni della banda, l’esplosione sarebbe avvenuta facendo saltare la condotta del gas, ma il progetto è stato congelato per timore di essere scoperti. È quanto emerge dalle intercettazioni della Dda di Firenze: “Fermi ragazzi fermi, fermi tutti, come ci si muove siamo guardati a vista”, le parole di uno degli appartenenti all’organizzazione. “Aveva già portato le mappe, gli si voleva far saltare il coso col gas così saltava tutto”, si sente in un’altra telefonata acquisita dagli inquirenti.

Gli indagati sono tutti incensurati e tra di loro ci sono anche tre dipendenti della banca Monte dei Paschi di Siena. Il più attivo del gruppo di estremisti di destra sembra fosse un 60enne: durante una conversazione, lo stesso parlava della necessità di istituire una “guardia nazionale repubblicana” per garantire la sicurezza “armi alla mano” e fare “giustizia sommaria” senza il ricorso alle forze dell’ordine. In un’altra conversazione, il 60enne si vantava del fatto che “se c’è da andare a sparare noi s’ha tutti l’armi e tante”. Sui social network, inoltre, l’estremista di destra aveva postato anche foto che lo ritraevano con mimetica e mostrine delle SS tedesche. In un altro scatto, invece, lo si vede imbracciare un lanciarazzi.

Non mancano, nelle intercettazioni, anche offese contro il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. I contatti tra i sodali, secondo quanto riferisce la Digos, avvenivano sia tramite i social network, sia tramite incontri diretti. Le accuse nei loro confronti sono anche di detenzione abusiva di armi o esplosivi aggravata dalla finalità del terrorismo. Nelle perquisizioni, infatti, sono stati sequestrati ordigni bellici della Seconda Guerra mondiale, tritolo, polvere da sparo e silenziatori artigianali realizzati per armi. Recuperate alcune bottiglie riempite con polvere da sparo ottenuta da vecchi ordigni bellici.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO