Venezia, Piazza San Marco chiusa per la marea. Maltempo torna anche in Liguria

AGGIORNAMENTO 13:30 - La marea a Venezia ha raggiunto alle 11.26 il picco di 154 cm alla Punta della Salute, secondo la rilevazione dell'Ufficio meteo del Comune, e ora sta lentamente scendendo. A Burano la marea ha raggiunto i 149 centimetri, a Chioggia i 146. Il centro di Venezia è praticamente deserto, allagato al 70%.

AGGIORNAMENTO 10:45 - Piazza San Marco, abbondantemente allagata, è stata chiusa per decisione del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, quando ancora si attende il picco della marea che potrebbe raggiungere i 160 cm verso le 11:20. Sospesi tutti i collegamenti sul Canal Grande.

Intanto il maltempo torna a colpire la Liguria con forti piogge, frane e smottamenti. Nel capoluogo Genova una tempesta di fulmini ha provocato diversi blackout: il faro della Lanterna è spento da ieri sera. Due gli sfollati dalla propria abitazione per un muraglione reso pericolante dall'infiltrazione dell'acqua.

Venezia: prevista acqua alta fino a 160 cm

È ancora stato di massima allerta a Venezia per l'ondata di maltempo che da giorni si è abbattuta su ampie aree della Penisola e che ha già flagellato la città lagunare (e altre aree del Veneto) rinfocolando le polemiche sul Mose, eterno incompiuto al costo di 6 miliardi già spesi. Il governo per l’emergenza ha stanziato 20 milioni.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha dichiarato l'allerta rossa su parte del Veneto, arancione sulla provincia di Bolzano, su parte di Friuli Venezia Giulia, Liguria e Toscana. A Belluno le scuole restano chiuse.

Nella città lagunare l'acqua alta potrebbe raggiungere oggi in mattinata i 160 cm (stima peggiorata rispetto ai 150 cm attesi precedentemente), con il picco che è atteso alle ore 11:20 secondo le previsioni del Centro maree del Comune. Poco fa sono state attivate le sirene di allarme.

Piazza San Marco è già allagata, con un livello attuale dell’acqua che è di 120 cm. Per quanto riguarda il resto d’Italia, è stato diramato un allerta gialla su Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria, Molise, buona parte di Emilia-Romagna e Lombardia e sui settori rimanenti di Liguria, Friuli Venezia Giulia, Toscana e Veneto (dove in altre aree l’allerta è invece arancione).

Le previsioni meteo delle prossime ore indicano anche il ritorno della neve già comparsa nei giorni scorsi: oltre i 400-600 metri sul Piemonte, mentre i fiocchi scenderanno copiosi sopra gli 800-1000 metri in Trentino Alto Adige, Veneto e Lombardia.

altra marea a venezia prevista 15 novembre 2019

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO