Venezia, marea da 160 centimetri per domenica. Il sindaco: "Un miliardo di danni"

L'allerta meteo in Veneto è stata declassata da rossa ad arancione per la giornata di domenica 17 novembre, ma a preoccupare la città di Venezia, da giorni in stato di emergenza, è la marea che da giorni invade gran parte del centro abitato.

E se la marea odierna si preannuncia più lieve rispetto ai giorni scorsi - 105 centimetri di massima alle 11.55 e 45 centimetri alle 19.05 - è la giornata di domani è preoccupare e non poco. Il Centro Previsioni e Segnalazioni Maree prevede un picco da 160 centimetri per le 12.30 di domenica 17 novembre, anticipata da un massimo di 130 centimetri alle 3.05 e un minimo di 110 centimetri alle 6.50.

Intanto il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, potenziale commissario per il territorio comunale - la nomina sarà ufficializzata nelle prossime ore - ha già iniziato una prima stima dei danni causati da questa potente ondata di maltempo. Intervistato da Il Mattino, il primo cittadino parla di almeno un miliardo di euro di danni:

Siamo attorno al miliardo di euro. Quando tutto si asciugherà, si potranno capire con precisione i danni arrecati dall’acqua salsa alle abitazioni, alle imprese, ai negozi, al patrimonio culturale e artistico.

Il governo inizierà a contribuire con 20 milioni di euro, almeno in questa prima fase emergenziale:

Ci sarà un primo stanziamento di 20 milioni di euro per gestire l’emergenza e far ripartire la funzionalità della città. Le cabine elettriche, i pontili, i pontoni. E se non dovessero bastare, sia il premier Giuseppe Conte che il ministro Paola De Micheli e il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli mi hanno promesso ulteriori stanziamenti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO