Stupro di gruppo a Viterbo, condannati i due ex militanti di CasaPound

indagini stupro di gruppo viterbo

Francesco Chiricozzi e Riccardo Licci, i due ex militanti di CasaPound accusati di violenza sessuale di gruppo e lesioni ai danni di una donna di 36 anni sono stati condannati ieri al termine del processo di primo grado, celebrato a Viterbo con rito abbreviato.

Le pene inflitte ai due giovani sono state più lievi di quanto chiesto dall'accusa: 3 anni a Chiricozzi e 2 anni e dieci mesi a Licci. E questo, secondo la difesa dei due imputati, sarebbe da ricercare nell'assenza di violenza fisica: "Nessun pugno in faccia, riferito forse per una difficoltà della persona offesa a ricostruire cos’era successo".

Gli imputati in aula hanno riferito che la 36enne di Viterbo, incontrata dai due in un pub lo scorso 11 aprile, sarebbe stata inizialmente consenziente. La donna, però, avrebbe assunto un mix di alcol e droga che non le avrebbe permesso di negare il consenso. È la difesa dei giovani a sostenerlo.

Il giudice Elisabetta Massini ha ritenuto opportuno riconoscere agli imputati le attenuanti generiche che si sono aggiunte allo sconto di un terzo della pena legato alla scelta del rito abbreviato. La difesa della vittima, però, non ci sta:

Aspettiamo le motivazioni per capire se potremo fare appello almeno per la parte riguardante il risarcimento danni.

Alla 36enne, infatti, sono stati già versati 40mila euro a titolo di risarcimento e la giudice ha ritenuto sufficiente quella somma.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO