Maltempo, allerta rossa in Friuli, Toscana ed Emilia - 18 novembre 2019

Le prossime ore si preannunciano particolarmente difficili per parte del centro nord del Paese, con l'ondata di maltempo che non accenna a rallentare. La Protezione Civile ha fissato l'allerta rossa con elevata criticità per rischio idrogeologico nella zona del bacino del Livenza e del Lemene in Friuli Venezia Giulia.

Nello specifico, secondo la Protezione Civile del Friuli, questi sono i comuni più a rischio: Andreis, Arba, Aviano, Azzano Decimo, Barcis, Brugnera, Budoia, Caneva, Casarsa della Delizia, Cavasso Nuovo, Chions, Cimolais, Claut, Cordenons, Cordovado, Erto e Casso, Fanna, Fiume Veneto, Fontanafredda, Frisanco, Maniago, Meduno, Montereale Valcellina, Morsano al Tagliamento, Pasiano di Pordenone, Polcenigo, Porcia, Pordenone, Prata di Pordenone, Pravisdomini, Roveredo in Piano, Sacile, San Giorgio della Richinvelda, San Martino al Tagliamento, San Quirino, San Vito al Tagliamento, Sequals, Sesto al Reghena, Spilimbergo, Tramonti di Sopra, Tramonti di Sotto, Vajont, Valvasone Arzene, Vivaro, Zoppola.

Allerta rossa anche sulla pianura emiliana orientale e la costa Ferrarese, già parzialmente colpita dal maltempo nelle ultime ore. La Protezione Civile dell'Emilia Romagna scrive nel suo ultimo bollettino:

Nella giornata del 18 novembre, flussi perturbati sud-occidentali interesseranno il nostro territorio a partire dalla tarda mattinata. Si prevedono precipitazioni a partire dai rilievi appenninici centro-occidentali, in estensione nel corso del pomeriggio all'intero settore centro-occidentale; i valori medi areali sono stimati tra 30 e 50 mm/24h. Dalla serata, potranno verificarsi locali rovesci o temporali sui rilievi. Quota neve al di sopra dei 1200 metri.
Precipitazioni di minore intensità sul settore orientale. Rinforzi dei venti sui rilievi. Mare da mosso a molto mosso.
La criticità ROSSA sulla zona D è determinata dal passaggio della piena del fiume Reno e delle criticità che si stanno verificando sugli affluenti.

La zona D è proprio quella della provincia di Ferrara e parte della provincia di Ravenna. Ad essere interessate dall'allerta rossa sono anche due diverse aree della Toscana: la zona compresa tra Firenze, Pisa, Livorno e Lucca e quella più a sud di Siena e Grosseto.

Lì si prevedono allagamenti diffusi nelle zone depresse, piene importanti nei corsi d'acqua principali con possibilità di danneggiamento degli argini, sormonto di passerelle e ponti con inondazione delle aree circostanti, ma anche innesco di frane, anche di grandi dimensioni e in maniera diffusa nelle aree a elevata pericolosità idrogeologica.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO