Avellino, strage del bus nella scarpata: sequestrati altri 9 viadotti

Sono passati più di sei anni dalla tragedia di Avellino in cui persero la vita 40 persone quando il bus su cui stavano viaggiando precipitò dal viadotto Acqualonga dell'Autostrada 16, all'altezza di Monteforte irpino. Oggi la Procura della Repubblica di Avellino ha disposto il sequestro di ben nove viadotti sulle autostrade italiane.

Il sequestro è stato richiesto nell'ambito del secondo filone di indagine sulla strage di Acqualonga e i motivi sono legati alla sicurezza e alla manutenzione delle autostrade da parte di Autostrade per l'Italia, la società della famiglia Benetton coinvolta anche nella strage di ponte Morandi a Genova.

I nuovi sigilli sono stati posti a tre viadotti situati lungo la A1 Napoli-Milano, tre lungo la A14 Bologna-Taranto e altrettanti lungo la A16 Napoli-Canosa: Val Freghizia, Fosso pezza secca, Rio Pescara, Fonte dei preti, Del Vomano, Colonella, Lamia, Omero fabriani, D’Antico.

I nove sequestri odierni si aggiungono a quelli disposti nel maggio scorso sulla A14 Bologna-Taranto e A16 Napoli-Canosa. Oggetto delle indagini e degli accertamenti sono le barriere posizionate ai bordi dei viadotti, quelle che non hanno retto all'impatto dell'autobus con freni danneggiati il 28 luglio 2013.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO