Omicidio Sacchi, agli atti un'intercettazione di Del Grosso

luca sacchi telefonata 118

Agli atti dell'inchiesta sull'omicidio di Luca Sacchi c'è un'intercettazione chiave a carico di Valerio Del Grosso, l'uomo che ha premuto il grilletto ed ha ucciso Luca Sacchi nella notte del 23 ottobre scorso.

La telefonata è stata effettuata da Del Grosso verso l'utenza di Marcello De Propris, anche lui finito in cella: "Ascoltami, sto con un amico mio che conosci bello fulminato… ma se invece io vengo a prendermi quella cosa che mi hai detto ieri e glieli levo tutti e settanta? Poi ti faccio un bel regalo…".

Queste parole, che bastano a ricostruire i tratti salienti della vicenda, sono agli atti perché De Propris era già sotto sorveglianza nell'ambito di un'altra indagine. Secondo gli investigatori la "cosa" di cui parla del Grosso è ovviamente la pistola che proprio De Propris gli ha consegnato quella sera per sottrarre ad Anastasya i 70mila euro che erano stati preparati per acquistare 15kg di marijuana. L'amico "bello fulminato" di Del Grosso è ovviamente il suo complice, Paolo Pirino, anche lui agli arresti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO