Sparatoria tra immigrati: preso al confine con la Francia l'uomo accusato di aver sparato a Grosseto

Nella sparatoria feriti un colombiano, poi morto, e un senegalese.

Sparatoria Grosseto

È stato fermato al confine con la Francia un uomo di origine sudamericana che è accusato di aver sparato nella notte tre il 23 e 24 dicembre a due persone a Grosseto, un colombiano di 40 anni e un senegalese di una trentina di anni.

La sparatoria è avvenuta in seguito a una lite, il colombiano e il senegalese sono saliti in auto e hanno provato ad andarsene, ma sono stati raggiunti da colpi di pistola. Il 40enne proveniente dalla Colombia è stato poi portato all'ospedale delle Scotte di Siena per una grave ferita alla testa e lì è morto, mentre il senegalese non è in gravi condizioni.

Nel frattempo la polizia si è messa a caccia dell'uomo che ha sparato e la sua fuga alla fine è durata meno di 24 ore, visto che oggi è stato fermato quando era al confine con la Francia, in autostrada, a bordo i un'auto. Come ha detto anche il sindaco di Grosseto AntonFrancesco Vivarelli Colonna, la sparatoria è avvenuta in ambito criminale, pare infatti che alla base della discussione da cui è scaturito tutto ci siano motivi legati allo spaccio di droga.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO