Pietro Genovese arrestato per aver investito Gaia e Camilla a Roma. I dubbi del Gip

Il figlio del noto regista ora è ai domiciliari.

Pietro Genovese

Giovedì 26 dicembre 2019, ore 18:25 - A Pietro Genovese, 20enne che ha investito due ragazze a Roma, Gaia e Camilla, è stata appena notificata l'ordinanza per omicidio stradale. Ora il ragazzo, figlio del noto regista Paolo Genovese, è stato messo agli arresti domiciliari.

Intanto domani si svolgeranno i funerali delle due vittime, le 16enni Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, investite sabato scorso mentre attraversavano la strada in Corso Francia. Le funzioni si svolgeranno presso la parrocchia del Preziosissimo Sangue alla Collina Fleming.

Ricordiamo che Pietro Genovese è risultato positivo a sostanze stupefacenti e con un tasso alcolico molto oltre i limiti consentiti. La gip Bernadette Nicotra che ha firmato l’arresto nutre però ancora dei dubbi sulla dinamica dell'incidente:

"Nonostante non sia certo se le ragazze avessero attraversato la carreggiata lungo le strisce pedonali, è invece dato certo che al momento dell’attraversamento la luce semaforica per i pedoni fosse posizionata sul rosso. così come è dato certo che, al momento dell’impatto con i due pedoni, l’autovettura condotta dal Genovese andasse ad una velocità verosimilmente di gran lunga superiore al limite massimo consentito di 50 km orari"

Per quanto riguarda la velocità di Genovese:

"In attesa di consulenza tecnica cinematica la velocità del SUV non può essere ancora contestata come specifico addebito di colpa pur nella consapevolezza che il dato testimoniale appena ricordato eletto spaventoso delle lesioni mortali causate dall’impatto dimostrano che la velocità era sicuramente elevata"

Ci sono dei dubbi anche sull'uso di stupefacenti da parte del ragazzo:

"Le sostanze stupefacenti riscontrate presenti ben potevano essere state assunte dal Genovese in epoca precedente all’incidente"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO